venerdì, agosto 10, 2007

Perche' proprio lui?

Baiji cosi' veniva chiamato in cinese il delfino bianco del fiume Yangtze e' ufficialmente estinto. Colpa dell'uomo ovviamente. Il pacifico mammifero viveva come da diritto naturalmente acquisito - oltre 20 milioni di anni di usucapione dei limacciosi fondali del fiume mi sembrano ampiamente sufficienti - in uno dei fiumi piu' inquinati del mondo. Lui ha provato a tener duro, a vedere se, nonostante l'inquinamento dei motori delle imbarcazioni, la pesca a strascico, l'enorme riversamento di rifiuti avvenuto in questi anni, una pur minima possibilita' di resistere ci fosse, magari chissa' in un piccola ansa protetta del grande fiume lungo 6300 Km! Niente da fare. Alla fine ha dovuto rassegnarsi. E piano piano, senza troppo clamore, con lo stile che contraddistingue gli esseri sensibili ed oltremodo intelligenti, quale era, ci ha lasciati. Ora, a parte la perdita insostituibile di un'altra specie vivente da ascrivere esclusivamente alla coglionaggine umana, resta la domanda che da' titolo al mio post: perche' proprio lui? Gia' perche'? Esiste oggi un'altro mammifero che avrebbe potuto sacrificarsi al suo posto, estinguendosi, e permettendo quindi al delfino bianco di continuare a vivere ed a riprodursi? Altro che se esiste! Specie rara anch'essa, certo non come quella di Baiji. Originaria, guarda caso, dai nostri ameni territori padani, viene soprannominato simpaticamente "il Sceriffo" o anche, visto l'ultimo exploit telegiornalistico di qualche giorno fa, "pulizia etnica". Altre indicazioni non credo servano...la foto tra l'altro e' esplicativa di per se'.


Comments:
la Eta dice che sei un 'gnurante: un altro si scrive senza apostrofo!
saluti!
mm.
 
Posta un commento

Links to this post:

Crea un link



<< Home

Aigor's BloG (Igor? No, Aigor!)
"Dei barbari afferrano questo cane, che supera tanto l'uomo in amicizia; lo inchiodano su una tavola, e lo sezionano vivo... Rispondimi, meccanicista, la natura ha forse sistemato tutte le molle del sentimento in quest'animale perche' non senta?" (Voltaire)
Ciao Rex!