venerdì, agosto 10, 2007

K-141 KYPCK

7 anni sono trascorsi dalla tragedia del sottomarino russo Kursk ed ancora non si ha nessuna risposta definitiva sulle vere cause che determinarono le esplosioni a bordo ed il successivo affondamento del sommergibile nucleare. E forse non si avranno mai. Ma leggendo le poche toccanti righe lasciate alla moglie dal Tenente-Capo Dimitri R. Kolesnikov del 7h Compartimento, uno dei 118 marinai, dobbiamo ricordare che quasi certamente proprio il loro sacrificio evito' a tutti noi tragedie ancora piu' terribili. E per questo non dimenticarli.

LV&P - Aigor

Comments:
d'accordissimo. l'accertamento delle cause della tragedia varrà, un domani, un dettaglio nei libri. per chi resta, conta tramandare la memoria del coraggio e le parole altissime di semplici eroi.
 
Posta un commento

Links to this post:

Crea un link



<< Home

Aigor's BloG (Igor? No, Aigor!)
"Dei barbari afferrano questo cane, che supera tanto l'uomo in amicizia; lo inchiodano su una tavola, e lo sezionano vivo... Rispondimi, meccanicista, la natura ha forse sistemato tutte le molle del sentimento in quest'animale perche' non senta?" (Voltaire)
Ciao Rex!