mercoledì, novembre 01, 2006

Independence of the press

Ieri sera Mentana lanciava in perfetto stile Vespa-Cogne la quarta puntata del suo reality "Siamo complottisti o no?". Forte anche delle puntate precedenti e del recente articolo pubblicato da Deaglio su Diario che dovrebbe smontare una volta per tutte questa "boiata pazzesca" del complotto sull'11 settembre non presenta ospiti in studio ma solo una serie di filmati che dovrebbero fornire al telespettatore materiale sufficiente per farsi un'opinione in merito, della serie io ti do' le informazioni e se ce la fai a seguirmi alla fine trai le tue conseguenze. Della figura barbina di Deaglio sorvolo e mi dispiace perche' "sembra" giornalista serio e preparato. Sul resto (Mentana compreso) e sul modo di preparare e porre le notizie permettetemi di citare alcune frasi scritte un po' di tempo fa da Mr. John Swinton.
“Non esiste, in questo periodo storico del mondo in America, una stampa indipendente. Voi lo sapete e io anche. Non c’è nessuno di voi che oserebbe scrivere le proprie opinioni reali, e se lo faceste sapreste anticipatamente che non verrebbero mai pubblicate.
Vengo pagato settimanalmente affinché tenga le mie sincere opinioni lontane dal giornale di cui faccio parte. Altri tra voi sono pagati similmente per simili cose, e chi tra voi è così pazzo da scrivere opinioni oneste, si ritroverebbe per strada a cercarsi un altro lavoro. Se permettessi alle mie vere opinioni di apparire in una edizione del giornale, prima di ventiquattro ore la mia professione sarebbe finita.
“Il lavoro del giornalista è di distruggere la verità, di mentire apertamente, di falsare, diffamare, prostrarsi alla ricchezza. e vendere il proprio paese e la sua gente per il pane quotidiano. Voi lo sapete e io anche, e quale follia è questo brindare ad una stampa indipendente? Noi siamo i fantocci, loro muovono i fili e noi balliamo.
Il nostro talento, le nostre possibilità e le nostre vite sono tutte proprietà di altri uomini. “Siamo prostitute intellettuali”.


John Swinton, New York 1890
P.S. Avete letto bene l'anno in cui sono state scritte?

:@ Aigor - LV&P

Comments: Posta un commento

Links to this post:

Crea un link



<< Home

Aigor's BloG (Igor? No, Aigor!)
"Dei barbari afferrano questo cane, che supera tanto l'uomo in amicizia; lo inchiodano su una tavola, e lo sezionano vivo... Rispondimi, meccanicista, la natura ha forse sistemato tutte le molle del sentimento in quest'animale perche' non senta?" (Voltaire)
Ciao Rex!